Chiara Taormina

Official Website

  
  
  
  
  

In volo con Bea

In volo con Bea, LavStory - I racconti di Piccole Impronte: Un ragazzino con la paura di volare e una piccola cicogna senza ali. Un poetico incontro e un'amicizia che arricchirà entrambi...

Lavstory Piccole impronte di Chiara Taormina

Leggi In Volo con Bea

Leggi la recensione di Fiorella Cappelli

In Evidenza

Ruggero e la Macchina del Tempo

Ruggero e la macchina del tempo

Ruggero e la macchina del tempo

Una bella storia da leggere per tutti.
I libri della mia amica Chiara Taormina non sono storie da leggere in solitudine, lontano dalla gente che amiamo.
Le storie che racconta e scrive Chiara Taormina sono per essere lette a voce alta, attorno al fuoco adesso che è inverno. Oppure in un giorno d'estate al calar del sole. Sono storie per essere lette da tutti e ascoltate con attenzione.
Così come questa storia di Ruggero e il suo amico Samù, che un giorno decide di aiutare un coniglio smarrito, un coniglio molto particolare, un coniglio che conosce qualcosa che Ruggero e Samù non conoscono, che si chiama affetto, tenerezza, amore che alcuni esseri umani avvertono per gli animali.
La selva dove vivono Ruggero e i suoi amici, è un luogo sicuro, perché si trova lontano dagli esseri umani, ma decidono di aiutare quest'altro coniglio, il coniglio diverso che ha bisogno d'aiuto, e così si lanciano in un'avventura che può rivelarsi pericolosa.
Ogni tappa del percorso che intraprendono è segnata dalla bella riflessione poetica di un haiku e, come un modo per accompagnare Ruggero, Samù e Ciuffo, il coniglio diverso, la storia ci invita anche a riposare con loro rispondendo agli ingegnosi indovinelli di Maurizio Maiorana.
Come scrittore, come uomo che ama raccontare storie, so com'è difficile scrivere per i lettori di pochi anni, per i bambini e i genitori che conservano la formidabile abitudine di leggere ai propri figli.
La mia amica Chiara Taormina riesce sempre a mantenere l'attenzione e la curiosità, attraverso un modo di raccontare che ci fa partecipare e, grazie a questo, un libro finisce per diventare un qualcosa di personale trasformandosi in un patrimonio per tutti noi che amiamo le belle storie ben raccontate.
Grazie, Chiara Taormina per questa bella storia che leggerò ai miei nipoti accanto al fuoco, ora che è inverno.

Luis Sepúlveda
Gijón, Asturie, Gennaio 2017

Una bella historia para leer entre todos.
Los libros de mi amiga Chiara Taormina no son historias para leer en soledad, alejado de la gente que queremos. Las historias que cuenta y escribe Chiara Taormina son para ser leídas en voz alta, junto al fuego ahora que es invierno, o al atardecer de un día de verano. Son historias para ser leídas entre todos y oídas con atención.
Así ocurre con esta historia de Ruggero y su amigo Samù, que un día deciden ayudar a un conejo extraviado, un conejo muy diferente, un conejo que conoce algo que Ruggero y Samù no conocen, y que se llama afecto, cariño, amor que algunos seres humanos sienten por los animales.
La selva donde viven Ruggero y sus amigos es un lugar seguro porque está alejado de los seres humanos, pero deciden ayudar a ese otro conejo, al conejo diferente que necesita ayuda, y así se lanzan a una aventura que puede ser peligrosa.
Cada pedazo del camino que recorren está acompañado de una bella reflexión poética, de un Haiku y, como una manera de acompañar a Ruggero, Samù y Ciuffo, el conejo diferente, la historia nos invita también a descansar con ellos respondiendo a las ingeniosas adivinanzas de Maurizio Maiorana.
Como escritor, como hombre al que le agrada contar historias, sé lo difícil que es escribir para los lectores de pocos años, para los niños y los padres que conservan la formidable costumbre de leer a sus hijos. Mi amiga Chiara Taormina consigue siempre mantener la atención y la curiosidad, con manera de contar nos hace participar y gracias a eso un libro deja de ser algo exclusivamente personal y se convierte en un patrimonio de todos los que amamos las bellas historias bien contadas.
Gracias, Chiara Taormina por esta hermosa historia que leeré a mis nietos junto al fuego, ahora que es invierno.

Luis Sepúlveda
Gijón. Asturias . Enero 2017.